TRATTAMENTI
Notizie recenti

Le piante in casa

Le piante in casa
08 gen 2016

Siamo soliti pensare che l’inquinamento sia presente solo ed esclusivamente fuori dalle nostre case. In realtà purtroppo non è affatto così, lo smog infatti e le sostanze tossiche riescono a raggiungere anche l’interno delle nostre abitazioni attraverso le finestre e le porte ovviamente, ma anche a causa ai nostri vestiti che funzionano infatti da veri e propri veicoli. Non solo, nelle nostre case c’è la polvere, l’umidità, le spore della muffa, per non parlare poi di tutte quelle sostanze che sono presenti sui mobili, sui tappeti, sui vari materiali che costituiscono il nostro arredamento, un’aria insomma che non può di certo essere considerata sana. Ovviamente tutto questo costituisce un problema soprattutto per le persone che soffrono di allergia, asma e altre malattie respiratorie, ma anche coloro che sono sani al cento per cento non devono e non possono sentirsi al sicuro, anche la loro salute potrebbe infatti nel lungo periodo subire delle ripercussioni negative.
Tra le piante da appartamento più diffuse dobbiamo sicuramente ricordare il Ficus. Questa pianta permette di filtrare il benzene, sostanza piuttosto pericolosa che è presente in ogni nostro ambiente casalingo, nonché la formaldeide, presente nei mobili, sui tappeti e sulla moquette. Il Ficus Benjamin è una pianta che ha bisogno di molta luce e di essere annaffiata in modo regolare, proprio per questo motivo non è adatta per coloro che sentono di non avere il pollice verde.
La formaldeide e il benzene di cui vi abbiamo appena parlato possono essere tenute alla larga dalle nostre abitazioni anche grazie alla pianta dell’Aloe, famosa soprattutto per il gel che è possibile estrarre dalle sue foglie, un gel ideale per le scottature, per le escoriazioni e per ogni tipologia di ferita. A differenza del Ficus, la pianta dell’Aloe non è così difficile da mantenere, una pianta infatti che ha bisogno di poca acqua e di cui quindi potete dimenticarvi per qualche giorno senza che accada niente di grave. Attenzione però a non lasciarla al buio, ha bisogno di molta luce per crescere bene. Cercate inoltre di evitare sbalzi di temperatura eccessivi e cercate di non tenerla in ambienti troppo freddi. Il Pothos è la pianta ideale soprattutto per scongiurare la formaldeide. Si tratta di una pianta davvero molto semplice da mantenere, adatta anche alle persone che non hanno il pollice verde, anche a quelle persone che vedono solitamente morire tutte le piante che portano in casa. Vedrete che con la Pothos non avrete alcun tipo di problema. Pensate che non c’è neanche bisogno che la vostra casa sia particolarmente luminosa. La formaldeide e il benzene non sono le uniche sostanze tossiche presenti in casa, ricordiamo infatti anche la trielina, una sostanza presente soprattutto nelle stanze della casa dove siamo soliti lavare i panni o dove sono presenti armadi in cui vengono riposti gli abiti. La pianta della Gerbera con i suoi meravigliosi fiori permette di eliminare proprio la trielina dall’aria, perfetta quindi per la camera da letto, per il locale lavanderia, per il bagno. Attenzione però, la Gerbera, più delle altre piante di cui vi abbiamo appena parlato, ha bisogno di molta luce.

Condividi